PROGETTO DIDATTICO "RICICLO, CHE CLASSE!" A.S. 2015/2016

“Riciclo che classe, è l’ora dell’ambiente!”, dalla fantasia ed esperienza degli educatori ambientali di “Campidano Ambiente” Gruppo Gesenu, è nato il nuovo progetto che coinvolgerà, anche per l’anno scolastico 2015 – 2016, centinaia di allievi delle scuole di ogni ordine e grado, nei territori nei quali l’azienda opera come gestore dei servizi di igiene urbana, con una novità importante: a partire dall’anno scolastico 2015 – 2016 l’educazione ambientale è stata riconosciuta materia scolastica obbligatoria nei piani didattici a livello statale e le competenze degli educatori ambientali impiegati nel progetto stesso sono state accreditate istituzionalmente per la formazione degli allievi e degli insegnanti.

Nel corso della conferenza stampa, è stato illustrato il tema dell’educazione ambientale come attività necessaria per preparare l’individuo alla vita, coinvolgerlo nell’affermazione del senso civico e della qualità dell’esistenza.

Tra gli obiettivi da conseguire: la ricerca di soluzioni per eliminare gli effetti negativi delle attività dell'uomo, soluzioni che si stanno sempre più concentrando sulla prevenzione del rifiuto e sul riciclo dei materiali finalizzato a trasformarlo in risorsa, dandogli cioè una nuova vita ed opportunità.

Da qui la necessità di differenziare a monte i rifiuti, per destinarli in base alla loro tipologia di raccolta in filiere di valore sempre più capaci di creare, intorno a ciò, una nuova produzione e conseguente economia circolare.

Educare al rispetto della natura, al decoro, alle buone pratiche, al consumo e all’uso responsabile, significa ricreare con ogni gesto un momento di attenzione al futuro.

La Società Campidano Ambiente, insieme alle Amministrazioni locali di riferimento, è convinta che questa sia una strada importante da percorrere, perché l’educatore ambientale è a tutti gli effetti una figura che interviene come mediatore culturale per raggiungere lo sviluppo sostenibile.

“Riciclo che classe” è un’iniziativa che si distingue per originalità, ma l’intento è quello di sensibilizzare alle problematiche ambientali tramite azioni quotidiane di raccolta dei rifiuti da destinare a riciclo e corretto smaltimento.

In pratica, a ciascuna scuola verranno forniti elementi di conoscenza sul processo qualitativo del ciclo dei rifiuti al fine di stimolare l’apprendimento collettivo sulla classificazione dei materiali e sulla loro differenziazione.

Ogni progetto fin qui realizzato ha visto il successo e la partecipazione di bambini e ragazzi entusiasti di aver  avuto la possibilità di interagire tra materia e spazio ludico, di diventare protagonisti dei processi comunicativi. Il progetto in corso prevede, come novità, l’esperienza dell’analisi merceologica a scuola. Attraverso un’attenta analisi pratica dei rifiuti prodotti giornalmente, verranno illustrate le corrette modalità di differenziazione ed il ciclo seguito dai materiali. Un vero e proprio spettacolo della differenziata per stimolare in modo coinvolgente ed interattivo gli alunni alla buone pratiche ambientali. La didattica della lezione sarà diversificata in base all’ordine ed il grado scolastico.


BROCHURE PROGETTO

La raccolta differenziata si impara tra i banchi di scuola!
Trasparenza del servizio di gestione dei rifiuti urbani
Decreto Legislativo n.33
Guida interattiva alla raccolta differenziata.